chi sono

Sono Maria Serena, ho insegnato letteratura italiana. Oggi scrivo e sono qui per riflettere, dialogare raccontare. I miei interessi sono rivolti alla comune condizione umana, anche quella raccontata dalla letteratura. Vorrei partecipare alla costruzione di un pensiero nuovo e diverso, fondato su radici antiche, che riconosca uguaglianza e giustizia a tutti.

sabato 16 ottobre 2010

Coltiva la rosa rossa - di Mariaserena Peterlin



Coltiva la rosa rossa, quella del fuoco e della libertà, non solo quella amata dai poeti.
Poeti illanguiditi da sentimenti d’amore.
L’amore non è cogliere quella rosa, ma coltivarla.
Coltiva una rosa rossa, coltivala e falla crescere.
Coltiva una rosa rossa, lascia che la sua anima singolare e unica sbocci libera al sole.
L’anima fanciullesca è come quella rosa.
Guardala crescere con rispetto e prudenza.
Non costringerla con legacci, non sospingerla verso vecchie mura, non tagliarne mai i boccioli.
Coltivala alla luce e lasci che cerchi il suo orientamento.
Sostienila, irrigala, dalle spazio.
Coltiva la rosa rossa.
La vedrai chiusa e avvolta dai suoi sepali verdi, poi la vedrai lentamente svolgere i petali così come una ragazza che si asciuga i capelli al sole dipanandoli con le mani.
Coltiva la rosa rossa e lasciala brillare come fuoco.
Non fartene vanto.Non sarà mai tua.
Da lei altre rose nasceranno e il suo fuoco continuerà ad ardere.
Alto e libero come un grido, come un respiro profondo.
Così dev’essere.
Posta un commento